CHI SIAMO

Prima di essere allevatori, Fabio e Simona sono entusiasti proprietari di Rottweiler. La loro convivenza con questi splendidi animali inizia nel 2015, quando Edo – un cucciolone di sei mesi – arriva nella nuova casa come regalo di Simona, che da sempre desidera avere uno di questi meravigliosi cani da amare.

Come nelle migliori storie, è Edo a scegliere i suoi compagni umani e a farsi scegliere: manifestando una simpatia spontanea nei loro confronti, riesce ad abbattere le ultime perplessità che Fabio nutre verso questa razza ingiustamente accusata di aggressività, e a farsi adottare.

La convivenza si rivela così piacevole che Fabio e Simona decidono poche settimane dopo di allargare la “famiglia”: dallo stesso allevamento di Edo arriva così Goa, affettuosamente chiamata Gemma, la prima fattrice del futuro allevamento

CHI È IL ROTTWEILER

Il rottweiler è un cane dall’aspetto possente ma con un carattere naturalmente calmo e pacifico, ingiustamente preceduto dalla fama di animale aggressivo. La sua origine è antica, risalente addirittura all’età romana: i rottweiler sarebbero infatti nati dall’incrocio dei mastini al seguito delle truppe romane con le specie autoctone della regione tedesca di Rottweil (nel Baden-Wuttemberg), da cui presero il nome.

Questi cani si rivelarono ottimi per la conduzione e la guardia degli animali, così come per la difesa del padrone e della sua casa, e con questi compiti continuarono ad essere impiegati al servizio degli allevatori e macellai, tanto da essere chiamati Rottweiler Metzgerhund (cane da macellaio della città di Rottweil).

All’inizio del XX secolo tuttavia furono costretti a “cambiare lavoro”: con il diminuire delle mandrie accompagnate su strada, la forza di questo cane, il suo equilibrio, la sua agilità, furono messe prima al servizio dell’esercito e poi delle forze dell’ordine, e ancora oggi svolgono un valido servizio per la polizia tedesca e austriaca, come anche in alcune carceri statunitensi. La fortuna del rottweiler come cane da compagnia, invece, è molto più recente, ma ovunque la sua presenza è in crescita e apprezzata.

CARATTERISTICHE FISICHE

Il rottweiler, con la sua testa ampia, il corpo vigoroso e il collo taurino è oramai facilmente riconoscibile da tutti. Lo standard della F.C.I. lo descrive come “un cane robusto dalla media alla grande taglia, né pesante, né leggero, né alto sugli arti, né levrettato” (clicca qui per leggere la scheda completa).

Il suo pelo, liscio e ben aderente al corpo, è nero con focature bruno-rosso intenso sulle guance, il muso, sotto il collo, il petto, gli arti come pure sopra gli occhi e sotto la radice della coda. L’altezza al garrese varia dai 61 ai 68 cm per gli esemplari maschi, e tra i 56 ai 63 cm per le femmine, mente la lunghezza del tronco non deve superare l’altezza sempre misurata al garrese al massimo del 15%.

IL CARATTERE

Il rottweiler “d’umore amabile e calmo, ama i bambini; è molto affezionato, obbediente, docile e lavora con piacere”: lo standard F.C.I. ce lo descrive molto diverso dal feroce animale di cui troppo spesso si sente parlare.

È vero che è un cane potente e coraggioso, pronto a mettere al lavoro le mascelle e i temibili denti (è dotato del morso più potente del mondo canino) per difendere il padrone a cui è assolutamente fedele, ma il rottweiler è anche saggio ed equilibrato, difficilmente impressionabile, sicuro di sé ed estremamente attento a ciò che lo circonda.